10% di sconto sul primo ordine col codice: BENVENUTO10
Spedizione Gratuita in 24/48h sopra i 30€ di acquisto.
Seguici su
Smaltimento

In ambiente sanitario, dove siamo certi della presenza del virus, i dispositivi devono essere smaltiti come
potenzialmente infetti.
In altri ambiti lavorativi, in questo periodo di epidemia, per modalità di gestione maggiormente cautelative,
i DPI usati dovrebbero essere gestiti come “rifiuti speciali, prodotti al di fuori delle strutture sanitarie, che
come rischio risultano analoghi ai rifiuti pericolosi a rischio infettivo” disciplinati dal D.P.R. 254/2003. Questa
tipologia di rifiuti, alla quale deve essere attribuito il codice CER 18.01.03*, è definita dall’articolo 2, comma
1, lettera g) come: “i rifiuti speciali, di cui al decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22 [oggi D.Lgs. 152/2006],
prodotti al di fuori delle strutture sanitarie, con le caratteristiche di cui all’articolo 2, comma 1, lettera d),
quali ad esempio quelli prodotti presso laboratori di analisi microbiologiche di alimenti, di acque, o di
cosmetici, presso industrie di emoderivati, istituti estetici e similari. Sono esclusi gli assorbenti igienici”.

Prove

22 March 2019
Previous Post

Lascia un commento

it_ITIT
X